Avena e acido urico

Farina d’avena e acido urico: Fa bene o fa male? Il nostro sangue contiene acido urico, una sostanza tossica che è un prodotto di scarto. Durante la digestione, le sostanze chimiche note come purine si degradano in acido urico. Inoltre, cibi o bevande ricchi di purine possono anche aumentare il livello di acido urico nel corpo. L’acido urico urinario viene espulso principalmente attraverso i reni.

Avena e acido urico: fa bene o fa male
Avena e acido urico: fa bene o fa male

Alcuni fattori ostacolano la rimozione dell’acido urico da parte dei reni dal corpo. Il consumo di cibi da ingrasso, l’obesità, l’uso di pillole per l’acqua, il diabete, il consumo eccessivo di alcol sono tra questi fattori.

Il livello di acido urico del tuo corpo è influenzato da molti fattori, uno dei quali è la tua dieta. Puoi gestire l’iperuricemia evitando cibi ricchi di purine.

Gli amanti della farina d’avena possono chiedersi se può causare iperuricemia o no, visto che la consumano ogni mattina. Ecco cosa dovreste sapere.

La farina d’avena fa bene all’acido urico?

I cereali ricchi di fibre come la farina d’avena sono ottimi per aggiungere frutta, noci e miele per una colazione sana. Un’elevata assunzione di purine, tuttavia, può indurre iperuricemia, con conseguente condizione infiammatoria nota come gotta, dovuta all’accumulo di cristalli di acido urico nelle articolazioni. Gli alimenti contenenti purine dovrebbero essere evitati o consumati con moderazione dalle persone con iperuricemia e gotta.

Tuttavia, la farina d’avena non dovrebbe essere completamente omessa dalla vostra dieta perché offre una serie di benefici per la salute. Grazie al suo contenuto di fibre, favorisce i movimenti intestinali e la sensazione di pienezza. Inoltre, può aiutare a prevenire la pressione alta.

L’alto contenuto di fibre della farina d’avena la rende una grande fonte di antiossidanti. In ogni caso, per ridurre il rischio di iperuricemia e di attacchi di gotta (flare-ups), limitatene l’assunzione.

La farina d’avena contiene purine?

Le purine presenti nella farina d’avena sono tra 50 e 150 milligrammi per 100 grammi. La farina d’avena è quindi circa nel mezzo della gamma di alimenti contenenti purine per milligrammi per porzione.

Anche se contiene meno purine delle capesante, delle carni organiche o di alcuni pesci, mangiarne troppe può causare livelli più alti di acido urico.

Un eccesso di acido urico nel sangue causa l’iperuricemia. Diverse malattie possono essere causate da alti livelli di acido urico, compresa la gotta, una forma dolorosa di artrite.

Dovresti servirlo solo due volte a settimana

Secondo la ricerca, si dovrebbe limitare l’assunzione di farina d’avena a due porzioni a settimana se si soffre di gotta o si ha una storia familiare della condizione.

La farina d’avena fa male all’acido urico?

Alcuni alimenti contengono purine, che possono aumentare il livello di acido urico di una persona se le consuma. Un alto livello di acido urico nel corpo può portare a molte malattie, compresa la gotta.

In base a ciò che abbiamo discusso in precedenza, la farina d’avena contiene circa da cinquanta a centocinquanta milligrammi di purine per 100 grammi, il che la colloca nel mezzo dei diversi alimenti ricchi di purine. Le purine che si trovano negli alimenti con meno di 100 mg di acido urico per 100 grammi sono di solito considerate purine “basse”, mentre quelle tra 100 e 200 mg per 100 grammi sono di solito considerate “moderate”. Si consiglia di evitare qualsiasi dosaggio superiore a 200 mg.

Così la farina d’avena è considerata avere un contenuto di purine da moderato a basso, ma è ancora abbastanza alto da causare la gotta se mangiata in eccesso.

Nonostante il suo minore contenuto di purine rispetto ad altri alimenti, potrebbe non essere la scelta ideale per i pazienti con alti livelli di acido urico. Potrebbero provare più dolore e avere un rischio maggiore di gotta, poiché il loro livello di acido urico potrebbe essere aggravato.

In questo caso, si potrebbe sostenere che consumare troppa farina d’avena mentre si soffre di iperuricemia non sarebbe sicuro per voi.

L’acido urico sale o scende?

Come parte del processo digestivo, i nostri enzimi digestivi convertono le purine in acido urico, che può accumularsi nel corpo in quantità moderate. Le molecole di purina e di acido urico possono essere fortunatamente espulse dal nostro corpo attraverso l’urina.

Se si produce troppo acido urico o il sistema urinario non può rimuovere abbastanza acido urico, l’acido urico si accumula nelle articolazioni. La gotta può provocare dolore alle articolazioni, gonfiore e infiammazione.

Mentre la farina d’avena può avere molti benefici per la salute, può anche aumentare il livello di acido urico se viene consumata in massa. Dovresti, comunque, limitare l’assunzione di farina d’avena a due volte a settimana per evitare di peggiorare la tua iperuricemia.

Il consumo di grandi quantità di farina d’avena al giorno può essere pericoloso per quelli con iperuricemia o gotta.

Gli alimenti ricchi di purine portano ad un eccesso di acido urico

Puoi diminuire o aumentare l’acido urico nel tuo corpo con certi cibi o bevande. Gli alimenti e le bevande che aumentano l’acido urico includono:

  • Alcol
  • Molluschi
  • Carne rossa
  • Soda

Gli alimenti a basso contenuto di purine possono essere mangiati con moderazione

Quando hai la gotta o l’iperuricemia, potresti voler ridurre leggermente gli alimenti che hanno un contenuto moderato di purine.

È possibile che non si verifichi più la gotta una volta che l’hai già avuta. La gotta, tuttavia, si ripresenta nel 60 per cento di coloro che l’hanno avuta.

Per prevenire la ricomparsa della gotta, il tuo medico ti consiglierà di evitare i cibi ad alto contenuto di proteine e di limitare quelli a medio contenuto di proteine.

Dovresti assicurarti di bilanciare la farina d’avena con cibi a basso contenuto di purine se la mangi spesso. Puoi aggiungere sapore e nutrienti a questo pasto includendo latte a basso contenuto di grassi e frutta.

L’iperuricemia e gli attacchi di gotta possono essere ridotti bevendo abbastanza acqua ogni giorno. Bere più acqua aiuta a eliminare l’acido urico dal sistema.

Iperuricemia: alimenti da evitare

Diversi alimenti contengono elevate quantità di purine, che possono aumentare i livelli di acido urico. Ecco alcuni esempi:

  • Bere alcol, in particolare birra e liquori
  • Capesante
  • Bevande e alimenti che contengono fruttosio
  • Salse di pesce fatte con piccoli pesci, come le acciughe
  • Carni di organi, come reni, fegato e animelle
  • Aragosta
  • Selvaggina, come fagiani, conigli e carne di cervo
  • Succhi e bibite zuccherate con zucchero

Anche se vuoi consumare questi alimenti, dovresti consumarli in piccole quantità. Mangiali come eccezione piuttosto che come regola.

Ricorda questi punti

Chi soffre di iperuricemia non dovrebbe usare la farina d’avena a colazione, ma non è nemmeno l’opzione peggiore. Coloro che soffrono di gotta potrebbero voler limitare la loro assunzione a un paio di volte a settimana. Le diete a basso contenuto di purine possono ridurre le possibilità di attacchi di gotta ricorrenti.

Se il tuo livello di acido urico continua ad essere elevato, dovresti vedere un medico e ricevere un trattamento.

Fonti: Healthline; Goatandyou

Leggi anche:Informazioni sul blog di Medicina

Esta entrada también está disponible en: English (Inglese) Español (Spagnolo) Français (Francese) Deutsch (Tedesco)

Share via
Copy link
Powered by Social Snap